Spettacoli

Offerte

Abbonati e avrai gratis le pubblicazioni della Fondazione Donizetti.
Scopri tutti gli abbonamenti.

Bambini e ragazzi fino ai 10 anni compresi entrano a 1 euro!

Sei uno studente? Per te il 13 ottobre e il 25 novembre le Anteprime giovani di Don Pasquale e Anna Bolena a soli 10€.

Scopri i nuovi carnet Donizetti e carnert Concerti e gli sconti riservati a Junior&Family, Senior & Gruppi.

Acquista

Come arrivare

In aereo: Vola su orioaeroporto.it da oltre 100 destinazioni in tutta Italia

In treno: Da Milano coincidenze per Bergamo ogni ora

Muoviti a Bergamo con atb

Scopri tutto ciò che c'è da vedere su visitbergamo.net

29 agosto: “Una sera al museo” Donizetti tra musica e storia

29 agosto: “Una sera al museo” Donizetti tra musica e storia

image

La rassegna “Donizetti Pride for Expo”, organizzata dalla Fondazione Donizetti per accompagnare con attività meno usuali il periodo di Expo Milano 2015, prosegue con un nuovo appuntamento molto atteso: “Una sera al museo” realizzato in collaborazione con la Fondazione Bergamo nella storia e il Conservatorio di Bergamo, presso il Museo Donizettiano (via Arena 9, Città Alta, Bergamo).

Non un “semplice” concerto, ma neanche una “semplice” visita guidata, una più articolata musicata a cura di Paola Palermo – musicologa è responsabile dell’Archivio Comunale di Bergamo – nel corso della quale un maestro e alcuni allievi del Conservatorio di Bergamo eseguiranno temi e arie delle opere di Gaetano Donizetti.
Per questo appuntamento di sabato 29 agosto alle ore 21, con Paola Palermo ci saranno il maestro Pierangelo Pelucchi (pianoforte) e due giovani soprani, le allieve Federica Cervasio ed Eleonora Grazioli, impegnate in pagine da camera e operistiche di Donizetti fra le quali “Benedette queste carte” da L’Elisir d’amore, “Quel guardo il cavalier” da Don Pasquale, “Vivi ingrato” da Roberto Devereux, “O luce di quest’anima” da Linda di Chamounix.

“Una sera al museo” è una iniziativa pensata in occasione della recente riapertura del Museo dopo un rinnovato allestimento curato da Paolo Fabbri, direttore scientifico della Fondazione Donizetti.
Il Museo, nato a seguito della cospicua donazione della baronessa Giovanna Ginevra Rota-Basoni Scotti alla MIA nel 1902, è ospitato nella sala del Consiglio della Misericordia Maggiore all’interno della Domus Magna dove in questi mesi ha luogo anche lo spettacolo “Donizetti Alive” (prossima replica sabato 1 agosto alle ore 20 e alle ore 21:30).
L’evento è gratuito fino a esaurimento posti.
Prenotazione obbligatoria al numero 035.247116
(telefonare da martedì a domenica 9.30-13.00/ 14.30-17.00)