Fondazione Donizetti Bergamo | ARCHIVIO - Fondazione Donizetti Bergamo
18496
page,page-id-18496,page-template,page-template-full_width,page-template-full_width-php,ajax_fade,page_not_loaded,,wpb-js-composer js-comp-ver-4.5.3,vc_responsive
 

ARCHIVIO

La Fondazione Donizetti ha avuto, sin dalla nascita, tra i suoi fini principali la creazione di un centro di documentazione donizettiana che raccolga fonti documentarie di diverso tipo: bibliografiche, archivistiche, musicali, iconografiche, sonore ecc. Tale documentazione è utile allo studio della vita e della produzione di Gaetano Donizetti, e alle indagini sui suoi maestri e i suoi tempi. La Fondazione ha inoltre in gestione la Biblioteca dello Spettacolo del Teatro Donizetti.

 

L’ARCHIVIO, CONSULTABILE SU APPUNTAMENTO, È COSTITUITO DA DIVERSE SEZIONI:

Fonti

È la parte più consistente dell’Archivio e comprende sia documenti originali che in copia. Fanno parte di questa sezione spartiti storici e partiture di opere dell’Ottocento e del Novecento, edizioni moderne (in particolare di musiche di autori bergamaschi: gli Opera omnia in edizione critica di Pietro Antonio Locatelli e di Daniele Maffeis) libretti (si segnalano i libretti in copia delle prime rappresentazioni di opere donizettiane e mayriane), autografi donizettiani originali (fra cui la partitura della nuova scena finale di Pia de’ Tolomei) e in copia digitale (l’intero fondo degli autografi donizettiani del Conservatorio S. Pietro a Majella di Napoli), autografi mayriani e di altri compositori (copia digitale degli autografi di Antonio Capuzzi conservati all’Istituto Musicale Donizetti di Bergamo). Particolarmente ricca è la collezione di lettere originali composta dal Fondo Mandelli (oltre 1.500 lettere di personaggi della statura di Mayr, Donizetti, Bellini, Meyerbeer, Ricordi ecc.), da acquisti e donazioni che comprendono lettere di Donizetti, Mayr, Verdi e da una serie di documenti riguardanti la famiglia del compositore. L’attività di raccolta delle fonti ha condotto a compiere ritrovamenti d’eccezionale importanza scientifica e ha contribuito alla concentrazione di documenti nella città natale del musicista.

Archivio bibliografico

Questa sezione raccoglie pubblicazioni scientifiche concernenti il teatro musicale ottocentesco. Oltre a una grande quantità di volumi dedicati a Mayr e a Donizetti, la raccolta comprende tutte le pubblicazioni dell’Istituto nazionale di studi verdiani di Parma e del Centro Studi Giacomo Puccini di Lucca, programmi di sala dei principali teatri italiani e stranieri (Scala, Fenice, Regio di Torino, Massimo “Bellini” di Catania, Giglio di Lucca, Donizetti di Bergamo, Opéra di Parigi, Wexford Festival), studi dedicati a musicisti bergamaschi poco conosciuti.

Fototeca

Raccoglie le fotografie degli spettacoli allestiti al Teatro Donizetti in occasione della Stagione Lirica e del Bergamo Musica Festival “Gaetano Donizetti”.

Mediateca

Collezione di CD, DVD, LP, VHS. Questa sezione comprende la registrazione video di tutti gli spettacoli allestiti al Teatro Donizetti a partire dal 1984 (Lirica, Prosa, Danza, Musical), oltre a una ricca collezione di incisioni di opere donizettiane e mayriane. La raccolta si è arricchita in seguito a donazioni private. Il Fondo Albertini è costituito da un migliaio di dischi in vinile che coprono la storia della musica dal ’500 al ’900. La donazione è avvenuta nel 2004 ad opera dei parenti del collezionista Enrico Albertini in seguito alla sua morte. Albertini era un grande appassionato di ogni genere di musica senza distinzione di stili e autori. Alla passione per la musica univa quella per i libri e per gli oggetti ricercati.