Biglietteriah. 13:00-20:00 / da Martedì a Sabato T. +39 035 4160 601 / 602 / 603
  • Home /
  • News /
  • Il festival Donizetti Opera ospite del meeting di Opera Europa
  • Il festival Donizetti Opera ospite del meeting di Opera Europa

    Il festival Donizetti Opera ospite del meeting di Opera Europa

    da sinistra a destra: Nicholas Payne, direttore di Opera Europa – Barbara Minghetti, direttore artistico del Macerata Opera Festival – Floriana Tessitore, responsabile ufficio stampa ed editoria Donizetti Opera

    Opera Europa, organizzazione con sede a Bruxelles, attualmente riunisce circa 200 fra teatri e festival provenienti da 44 Paesi tra i più importanti del Vecchio Continente, in una rete di professionalità, esperienze, tradizioni con l’obiettivo di promuovere l’opera condividendo progetti, produzioni e iniziative di alta formazione.
    Dal 2010, due volte l’anno – in autunno e in primavera –, in varie città europee vengono organizzate conferenze aperte ai membri e ad ospiti internazionali di particolare rilievo, incentrate su tematiche di interesse comune. Tra queste: problematiche legate alla messa in scena, ottimizzazione degli incassi di biglietteria, incremento del pubblico, nuove tecnologie e nuovi mezzi di divulgazione, risorse umane, raccolta fondi e strategie di comunicazione.
     
    Il meeting dell’autunno 2019, intitolato “Building Bridges” (“Costruire ponti”), si è svolto da giovedì 26 a sabato26 ottobre a Strasburgo e Karlsruhe, città di confine, rispettivamente in Francia e Germania, simbolo della capacità di creare relazioni e confronti. Fra gli argomenti principali del convegno un dibattito suddiviso in più sessioni: luoghi per l’opera, luoghi dove fare spettacolo, restauro di teatri storici vs nuovi edifici, modalità alternative di fruizione dei teatri.
     
    Il direttore di Opera Europa, Nicholas Payne, alcuni mesi fa aveva invitato il direttore artistico del festival Donizetti Opera Francesco Micheli per un intervento legato al restauro del Teatro Donizetti e al festival, con le sue varie declinazioni come la Night e l’idea dell’opera nel Cantiere. Considerato l’intenso periodo di prove e preparazione del Festival, a rappresentare il festival bergamasco a Strasburgo è andata la responsabile dell’ufficio stampa ed editoria Floriana Tessitore che, venerdì 25 ottobre, ha letto una relazione sulla Donizetti Revolution e sul processo di restauro e di riapertura del Teatro concentrata sul tema di Bergamo “città di Donizetti”.

    Fra gli ospiti presenti, oltre a innumerevoli sovrintendenti e direttori artistici, anche i rappresentanti delle associazioni “gemelle” OPERA America e Ópera Latinoamérica. Le sessioni su marketing e fundraising sono state seguite dal responsabile del festival Andrea Compagnucci. Una occasione di rilievo per visibilità internazionale e condivisione dei progetti per il festival e per la città, essendo presenti oltre 300 delegati non solo europei ma con una significativa percentuale di paesi asiatici (Pechino, Shanghai e Tokyo) e costruire progetti futuri per coproduzioni e relazioni, nel pieno spirito di Opera Europa, che ha come missione quella di agevolare la comunicazione e la partecipazione, estendere la rete professionale, condividere i sistemi di informazione e una banca dati chiara e regolarmente aggiornata dei progetti di produzione dei teatri e dei festival membri.