Festival Donizetti Opera 2021

Festival 2021

La settima edizione del Donizetti Opera, festival internazionale dedicato al compositore bergamasco, organizzato dalla Fondazione Teatro Donizetti presieduta da Giorgio Berta con la direzione generale di Massimo Boffelli, la direzione artistica di Francesco Micheli e quella musicale di Riccardo Frizza, si svolgerà a Bergamo “Città di Gaetano Donizetti” dal 18 novembre al 5 dicembre 2021.

È formata da tre titoli operistici, una nuova creazione e una serie di appuntamenti concertistici e attività collaterali che verranno dettagliati nei prossimi mesi: serata inaugurale (18 novembre) con il basso bergamasco Alex Esposito e gli allievi della Bottega Donizetti da lui curata per un inedito operashow intitolato C’erano una volta due bergamaschi, quindi nel Teatro Donizetti restaurato L’elisir d’amore (19 e 28 novembre, 5 dicembre) e La fille du régiment (21 e 26 novembre, 3 dicembre) di Donizetti e Medea in Corinto di Giovanni Simone Mayr (20 e 27 novembre, 4 dicembre) al Teatro Sociale.

PRENOTA IL FESTIVAL 2021!

Vuoi prenotare un biglietto o un carnet per il festival Donizetti Opera 2021?

Lasciaci i tuoi dati per essere ricontattato/a dalla biglietteria

C’erano una volta due bergamaschi…

Festival
18 Novembre 2021 - H 20:00
Operashow della Bottega Donizetti a cura di Alex Esposito drammaturgia di Alberto Mattioli e Francesco Micheli musiche di Donizetti, Offenbach, Rossini, Mozart, Boito,...

L’elisir d’amore

Festival
19 Novembre 2021 - H 20:00
28 Novembre 2021 - H 15:30
5 Dicembre 2021 - H 15:30
Melodramma giocoso in due atti di Felice Romani Musica di Gaetano Donizetti Prima esecuzione: Milano, Teatro alla Canobbiana, 12 maggio 1832 Edizione critica a cura di Alberto Zedda © Casa Ricordi,...

Medea in Corinto

Festival
20 Novembre 2021 - H 20:00
27 Novembre 2021 - H 20:00
4 Dicembre 2021 - H 20:00
Melodramma tragico di Felice Romani Musica di Giovanni Simone Mayr Prima esecuzione: Napoli, Real Teatro di San Carlo, 28 novembre 1813 Edizione critica della versione di Bergamo (1821) a cura di Paolo Rossini © Casa Ricordi,...

La fille du régiment

Festival
21 Novembre 2021 - H 15:30
26 Novembre 2021 - H 20:00
3 Dicembre 2021 - H 20:00
Opéra comique in due atti di Jean-François-Alfred Bayard e Jules-Henry Vernoy de Saint-Georges Musica di Gaetano Donizetti Prima esecuzione: Parigi, Opéra-Comique, 11 febbraio 1840 Edizione critica a cura di Claudio Toscani ©...

Dies Natalis

Festival
29 Novembre 2021 - H 21:00
Recital del soprano Sara Blanch e del baritono Paolo Bordogna pianoforte Daniela...

Informazioni e prezzi

Da questa edizione, il Festival scommette su un grande, riconosciuto interprete del teatro musicale di oggi: il basso Alex Esposito. A lui, che è bergamasco, è affidata per un triennio la “Bottega Donizetti”, un luogo fisico e spirituale dove trasmettere il “sapere” operistico ai giovani artisti, come nelle botteghe artigiane. La serata inaugurale del Donizetti Opera 2021, in programma al Teatro Sociale giovedì 18 novembre (ore 20) e intitolata C’erano una volta due bergamaschi…, sarà appunto dedicata a Esposito e ai suoi ragazzi con un “operashow” che non è soltanto l’occasione per presentarli al pubblico ma anche per raccontare due vite parallele nel segno dell’opera e di Bergamo: quella di Donizetti e quella di Esposito.

Non un semplice recital o un galà lirico, ma un vero spettacolo con una sua drammaturgia preparata da Alberto Mattioli e da Francesco Micheli e un messaggio: l’opera è più viva che mai e il Festival non vuole solo celebrarne il passato, ma anche prepararne il futuro. Il programma musicale – affidato al pianista Michele D’Elia e all’Ensemble Donizetti Opera – comprende accanto a pagine di Donizetti altre di Jacques Offenbach, Gioachino Rossini, Wolfgang Amadeus Mozart, Arrigo Boito e Hector Berlioz, scelte per comporre un ritratto in musica dello stesso Esposito.

A questo quadro si ricollega la scelta di eseguire La fille du régiment nell’edizione critica Ricordi e di proseguire nella riscoperta della figura e dell’opera di Giovanni Simone Mayr, maestro di Donizetti, del quale Medea in Corinto è una fra le opere più significative; la versione che si vedrà al Festival è quella profondamente ripensata da Mayr nel ‘21 proprio per il Teatro Sociale di Bergamo dove sarà rappresentata. Non ci sono prove documentali che il ventiquattrenne Donizetti abbia partecipato alla riscrittura dell’opera o alla sua produzione. Ma in quel periodo era a Bergamo, e disoccupato: è difficile pensare che Mayr non abbia coinvolto nella sua opera il suo allievo prediletto.

La programmazione prosegue al Teatro Donizetti con due titoli operistici fra i più famosi e rappresentati del compositore bergamasco, due pagine a lieto fine che ci si augura proprio possano fungere da demarcazione rispetto ai mesi tristi della pandemia. Come sempre fondamentale nella stesura del programma festivaliero, è l’attività di studio e ricerca sull’eredità e la codifica dell’identità musicale operistica di Donizetti, affidata alle cure della sezione scientifica della Fondazione Teatro Donizetti, diretta da Paolo Fabbri.