Biglietteriah. 13:00-20:00 / da Martedì a Sabato T. +39 035 4160 601 / 602 / 603
  • Home /
  • News /
  • È "Terra tra le mani” il charity project 2019 del Donizetti Opera
  • È “Terra tra le mani” il charity project 2019 del Donizetti Opera

    È “Terra tra le mani” il charity project 2019 del Donizetti Opera

    Charity project 2019 è “Terra tra le mani” sostenuto e promosso da Cooperativa Impresa Sociale Ruah, per sviluppare l’imprenditoria femminile in Senegal
     
    Grazie al charity partner Stucchi S.p.A il pubblico del festival potrà sostenere una comunità di donne coltivatrici già a partire dalla Donizetti Revolution di venerdì 12 aprile al Teatro Sociale

     

    Partner di questa iniziativa è Stucchi SpA, azienda fondata nel 1960 dai fratelli Renzo e Tino Stucchi e specializzata nella produzione di innesti rapidi, componenti idraulici per la connessione e il controllo dei fluidi; vanta un fatturato consolidato di oltre 54 milioni di euro, 200 dipendenti, quattro filiali commerciali in altrettanti continenti: Chicago, Shanghai, Melbourne e San Paolo del Brasile. Ma il cuore dell’azienda rimane nella bergamasca, tra Brignano, Treviglio e Pagazzano.

    «Sentiamo da sempre forte il senso di responsabilità nei confronti delle iniziative culturali del nostro territorio e quest’anno abbiamo deciso di sposare la proposta della Fondazione perché ci avrebbe permesso di sostenere il festival Donizetti Opera in questa fase di radicale innovazione e al contempo dare visibilità ad un progetto internazionale che ci tocca comunque da vicino» racconta Giulia Stucchi, una dei titolari, che in azienda si occupa, tra le altre cose, di Responsabilità Sociale d’Impresa.

    «Abbiamo scelto “Terra tra le mani” di Cooperativa Impresa Sociale Ruah per dare voce anche a quella parte di popolazione aziendale proveniente dal Senegal e perché ci piaceva che l’iniziativa valorizzasse l’emancipazione delle donne attraverso il lavoro e la formazione. Attraverso le risorse che raccoglieremo grazie al pubblico del festival Donizetti Opera riusciremo a dare continuità ad un percorso che porterà la piccola comunità di donne coltivatrici di Marsassoum a crescere e a trainare l’economia del villaggio».

    Sono un centinaio le donne del villaggio senegalese di Marsassoum che lavorano e si prendono cura degli orti di Kankaba che occupano 9.825 m² di un terreno comunale, diviso in 700 appezzamenti da 10 m²; la restante superficie è occupata da 15 pozzi e dai camminamenti. Tra i prodotti coltivati ci sono carote, melanzane, cipolle, rape, cavoli. Per fare tutto questo usano strumenti molto semplici: rastrelli, zappe, pezzi di ferro ricurvo, taniche per innaffiare. La recinzione che circonda il terreno è poco robusta, così gli animali spesso riescono a superarla e quindi distruggono il raccolto. I pozzi sono poco pratici e non abbastanza profondi per avere acqua tutto l’anno.

    Il progetto “Terra tra le mani” ha quindi fra i suoi obiettivi la costruzione di un impianto d’irrigazione con pompe solari, la creazione di un recinto solido e l’acquisto di nuovi strumenti per coltivare e innaffiare; il supporto alle donne per migliorare la gestione degli orti, la produttività e la diversificazione delle colture; l’incremento della presenza dei prodotti coltivati nel mercato locale attraverso la costruzione di una rete di collaborazione con le commercianti locali; la crescita del guadagno delle donne che coltivano l’orto, lo sviluppo di una cultura del risparmio che permetta loro di accantonare somme di denaro da utilizzare in situazioni impreviste e che crei un fondo di risparmio collettivo.

    Tutte le risorse saranno utilizzate per raggiungere questi obiettivi e sostenere il già prezioso e formidabile lavoro delle donne di Marsassoum. Queste donne rappresentano davvero la spina dorsale di un continente, impegnate come sono nella creazione di ricchezza e di benessere familiare.
     
    Per maggiori informazioni sul progetto “Terra tra le mani”:
    Bruno Goisis
    Daniela Meridda – tel. 347 1287868
     
    Il festival Donizetti Opera, è organizzato dalla Fondazione Teatro Donizetti e dal Comune di Bergamo con il sostegno di Ministero dei Beni e delle Attività Culturali, Fondazione Cariplo, Regione Lombardia, Camera di Commercio di Bergamo, in collaborazione con Fondazione Donizetti, Conservatorio Gaetano Donizetti, Fondazione Mia, Opera Europa, Sacbo, Atb con il contributo di ABenergie, la luce della Donizetti Night, San Lucio Events.
    Media partner Classica HD
     
    Un ringraziamento speciale a UBI banca popolare di Bergamo e agli Ambasciatori di Donizetti che sostengono l’attività con Art bonus:
    • Assolari Luigi & C. S.p.A. • Automha S.p.A. • Beauty & Business S.p.A. • D’Orica srl • Calvi Holding S.p.A. • Caseificio Defendi Luigi Srl • FraMar S.p.A • Granulati Zanobbio S.p.A • Gripple srl • Intertrasport S.p.A. • Italcanditi S.p.A. • Lovato Electric S.p.A. • Montello S.p.A. • Neodecortech S.p.A. • OMB Valves S.p.A. • F.lli Pellegrini S.p.A.• Persico S.p.A. • Punto Azzurro S.r.L. • Rulmeca Holding S.p.A. • Stucchi S.p.A. • Tenaris – Dalmine